Corale Santa Cecilia

Cari amici,
presidente della Corale Santa Cecilia è Paolo Spinedi e lo potrete contattare via e-mail a corale@parrocchiagordola.ch, direttamente dopo le funzioni condecorate dalla corale stessa o al mercoledì sera prima delle prove in Casa Santa Cecilia (verso le ore 20.15).

Aspettiamo pure te a cantare!

Qui di seguito, la storia della nostra Corale.

1958, la Corale Santa Cecilia in gita al Santuario Nostra Signora della Guardia (Genova)

1958, la Corale Santa Cecilia in gita al Santuario Nostra Signora della Guardia (Genova)

La Corale Santa Cecilia è stata fondata nel 1919 dall’allora prevosto di Gordola don Giovanni Guggia. Il coro, prettamente parrocchiale, ha preso un nome che ben si addice ad una formazione musicale liturgica, quello della santa patrona Cecilia, musicista e martire. Inizialmente era composto di sole voci maschili; fu nel 1957 che esso decise di diventare coro misto. La prima esecuzione della nuova formazione, che contava ben diciotto voci femminili, avvenne proprio nella solenne messa di Pasqua.

Più recentemente la Corale Santa Cecilia, oltre ad animare le principali celebrazioni liturgiche a Gordola, allieta anche la festa patronale di Gordemo, cioè quella della Madonna di Fatima, e quella di Santa Teresa a Montedato. Inoltre più volte all’anno cura l’esecuzione dei canti alla messa radiotrasmessa dalla RSI.

Pochi anni fa, nel 2009, in occasione dei festeggiamenti del 90esimo di fondazione la Corale ha pure preso parte ad un apprezzato concerto a Minusio, insieme alla corale locale; per meglio marcare la ricorrenza, e il 22 novembre, festa di Cristo Re e pure della patrona Santa Cecilia, oltre la messa solenne della mattina era stato messo in programma un concerto vocale e strumentale celebrativo, in occasione del quale avevamo potuto apprezzare anche l’abilità e le capacità degli organisti che regolarmente la accompagnano oppure suonano durante le messe della domenica.

Negli ultimi anni il concerto in occasione di Cristo Re si è ripetuto regolarmente, tanto da diventare ormai un appuntamento tradizionale apprezzato.

Per alcuni anni la corale ha avuto il privilegio di poter tenere il concerto di Cristo Re con l’organista Alois Koch ed ha potuto esibirsi accompagnata da quest’ultimo.

Altri appuntamenti degni di nota sono poi stati tenuti durante negli scorsi anni, come per dei momento musicali-meditativo tenuti durante il periodo della Quaresima insieme alla corale parrocchiale di Solduno e al Piccolo Coro, quando per esempio si era inaugurata e benedetta la statua lignea raffigurante il Battesimo di Gesù impartito da San Giovanni Battista, statua trovata durante i primi lavori per la ristrutturazione della casa Santa Teresa e poi restaurata..

Sempre con la gradita compagnia degli amici di Solduno la nostra corale ha poi partecipato ad un analogo appuntamento a Solduno. In più di un’occasione, la nostra corale si è poi recata più volte a Re in valle Vigezzo, per animare la santa messa in occasione della vigilia della festa della Madonna di Re e per animare la santa messa in occasione del pellegrinaggio del 6 gennaio.

Foto di gruppo con don Ernesto Barlassina, già prevosto di Gordola

Foto di gruppo con don Ernesto Barlassina, già prevosto di Gordola

Il canto è arte e cultura: il canto nella liturgia arricchisce lo spirito. Dal giorno della sua fondazione la nostra corale ha scelto di porsi sotto il patrocinio di Santa Cecilia: è un nome che ben si addice ad un coro liturgico. Oggi, a distanza di più di 90 anni, i cantori sono fieri di proseguire nel cammino iniziato e tracciato dai fondatori.

 Corale - stemma Santa Cecilia

Santa Cecilia, martire a Roma nel II secolo sotto Marco Aurelio, è venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Il suo culto è molto popolare poiché Cecilia è la patrona della musica. Si festeggia il 22 novembre.

Nella corale le voci purtroppo scarseggiano. Sarebbe triste se un giorno non si potrebbe più animare con il canto e la musica le sacre funzioni per mancanza di voci; perciò ogni membro della corale è costantemente alla ricerca di nuovi cantori.

La corale dispone di un archivio ricco di canti e di musica sacra: è un patrimonio artistico da preservare. Oggi questi meravigliosi brani si usano raramente: con la nuova liturgia la corale è principalmente un sostegno all’assemblea, e questo ruolo del coro ha una sua giustificata funzione che resta tuttora valida.

In ogni occasione la corale ricorda sempre con particolare attenzione i soci defunti e i soci tuttora attivi, e tutte quelle persone che le hanno dato e le danno in svariate forme voce e sostegno.

Una vecchia fotografia dei primi membri della Corale Santa Cecilia.

Il “passato” della nostra corale…

Il "presente" e il "futuro" della nostra corale.

Il “presente” e il “futuro” della nostra corale.

 Gli impegni della corale sono sempre numerosi durante tutto l’arco dell’anno, ma l’assidua presenza dei coristi ha sempre permesso di poter onorare gli impegni presi. Ciò malgrado è indispensabile poter contare fin da subito su nuove voci che ci vorranno aiutare. Il nostro augurio è quindi quello di poter accogliere tra le nostre fila nuove persone i cui requisiti sono amore per il canto e amore per Dio.